La composta barese

composta barese

Forse non ci crederai leggendo gli ingredienti, ma io questa pietanza l’ho mangiata come spuntino mattutino.

Ho mangiato questa composta, durante la raccolta delle olive e ti posso assicurare che dopo tutta quella fatica, questo intruglio di peperoni diventa la cosa più gustosa da mangiare.

Ma non sono l’unico.

Infatti a Corato, la mia città di origine con una forte vocazione agricola, i contadini usavano (e in qualche caso usano ancora) mangiare questa composta accompaganata con del pane, per recuperare le forze durante il duro lavoro in campagna.

 

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

  • Tre peperoni a scelta tra verde, rosso e giallo o misti;
  • ½ kilo di pomodori; due cipolle di media misura;
  • un gambo di sedano;
  • un ciuffo di prezzemolo;
  • un ciuffo di basilico;
  • peperoncini (se vuoi)
  • olio extravergine di oliva;
  • sale.

 

PREPARAZIONE.

Mondare le verdure e raccoglierle in un tegame con gli odori e un po’ di olio extravergine di oliva.
Cuocere per circa venti minuti a fuoco moderato.
A cottura ultimata servire con olio extravergine di oliva e origano.

 

CURIOSITA’

Nei decenni passati, le massaie baresi, facevano essiccare al sole estivo questa pietanza per circa una settimana. Una volta secca, veniva conservata nei boccacci e utilizzata in inverno dai contadini come colazione, nelle campagne, prima di iniziare a lavorare.
Il risultato della composta barese essiccata è il seguente:

composta secca

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.